L’Unione dei Comuni lancia la campagna per la sicurezza stradale!

Inizioscuole

In concomitanza con l’inizio delle scuole, l’Unione dei Comuni lombarda “Terre di Frontiera” lancia quest’anno un appello alla prudenza per quando ci si mette alla guida, promuovendo una campagna di sensibilizzazione rivolta a conducenti e genitori. Una campagna (ripresa da quella attuata da qualche anno dal comune di Uggiate-Trevano e ispirata alle interessanti campagne attuate dai vicini svizzeri 😉 ) che intende esortare gli automobilisti, ma non solo, a prestare maggiore attenzione nei dintorni delle scuole e lungo i percorsi intrapresi dagli alunni.

Il desiderio di muoversi, specialmente dopo una giornata passata sui banchi di scuola, rende i bambini imprevedibili e può capitare che essi attraversino la strada in modo spontaneo senza prestare attenzione alle automobili. Inoltre durante il tragitto casa-scuola, come abbiamo fatto noi tutti quando eravamo scolari, tendono a fermarsi spesso, a giocare, a rincorrersi e fanno fatica a mantenersi attenti alle condizioni del traffico sulla strada.

Lo sapevate, ad esempio, che a un bambino sotto i 7 anni occorrono dai 3 ai 4 secondi per distinguere una vettura ferma da una che circola lentamente? O che i bambini tra i 6 e i 9 anni sono due volte più a rischio di rimanere coinvolti in un incidente della circolazione che gli adulti? O che se si spostano in compagnia degli amici sul tragitto casa-scuola i bambini assumono comportamenti maggiormente a rischio?

Attraverso la posa nei 4 Comuni facenti parte dell’Unione di cartelli che invitano ad una maggiore attenzione, si vuole richiamare ad una sensibilizzazione invitando i genitori a:

  • comportarsi in modo esemplare sia in qualità di pedone, di ciclista o di conducente perché, non va dimenticato, i bambini hanno la tendenza ad imitare quello che fanno i grandi;
  • lasciare la macchina a casa e accompagnare a piedi il bambino a scuola o alla fermata dello scuolabus, facendogli conoscere il percorso più sicuro;
  • insegnare ai bambini le regole fondamentali per attraversare la strada – “aspettare, guardare e ascoltare, camminare”- anche dove c’è il semaforo.

Poche semplici “regole” anche per i conducenti da tenere sempre in considerazione:

  • guidare con particolare prudenza nei pressi di scuole, fermate di scuolabus o mezzi pubblici;
  • moderare la velocità e tenersi pronti a frenare quando si vedono bambini ai bordi delle strade;
  • fermarsi sempre davanti a un passaggio pedonale se un bambino vuole attraversare la strada;
  • fare attenzione agli scolari in bicicletta e tenere una distanza adeguata;
  • comportarsi sempre in modo corretto.

Un comportamento sbagliato sulla strada è infatti spesso dovuto a stati emozionali quali stress, aggressività, desiderio di correre più veloce degli altri, etc. Mitigando queste emozioni, e mantenendo la calma, ci sono grandi probabilità d’evitare incidenti.

Non è solo necessario rispettare i limiti di velocità, ma anche considerare le condizioni atmosferiche e della strada, il traffico e la visibilità. Ci si accorgerà che guidare piano è piacevole, oltre che sensato. Insomma: “Slow down. Take it easy”!

Anche un simpatico e fuori dal comune “Angelo Custode” invita a mantenere un comportamento più “rilassato” quando si è al volante.

Si invita anche tutta la cittadinanza a voler rispettare sempre gli obblighi derivanti dalla istituzione della «Zona 30» (in particolare nel rispetto della precedenza ai pedoni per l’attraversamento), una importante misura di regolazione del traffico attuata in prossimità di diverse scuole nel territorio dell’Unione (ad esempio lungo la via Roma ad Uggiate-Trevano).

Il Nucleo infortunistica stradale del Corpo di Polizia Locale Unione dei comuni lombarda “Terre di frontiera” ricorda poi anche che lungo il tragitto scuola casa e viceversa i bambini che vengono accompagnati in auto devono sedere in maniera corretta, senza la cartella sulle spalle (brutta abitidine) e con le cinture allacciate.

Sul sito  http://www.polizialocaleterredifrontiera.com/codice-della-strada/bambini-a-bordo/ è possibile trovare alcune informazioni sul corretto uso del seggiolino!

Da ultimo, un pensiero anche a chi si sposta in bicicletta!

Per andare a scuola, al lavoro, fare le commissioni o per il tempo libero, infatti, la bicicletta offre numerosi vantaggi: è ecologica perché non inquina, è economica, fa bene alla salute perché favorisce l’attività fisica e psichica. Inoltre, permette di stare a contatto con la natura.

Non bisogna dimenticare che però… le teste si proteggono… Il casco protegge infatti la testa dalle ferite gravi e anche i bambini, come buona abitudine, dovrebbero indossare il casco fin da quando iniziano ad andare in bicicletta.

Prima di acquistare un casco, assicuratevi che sia conforme alla norma EN 1078. Provatelo prima di comprarlo. Verificate innanzitutto che sia adatto alla vostra testa: per offrire la massima protezione, non deve né stringere, né muovere. Lo spazio tra il mento e la cinghia non deve essere superiore ad un dito!!!

Nella speranza che la popolazione apprezzi il sostegno che l’Unione dei Comuni lombarda “Terre di Frontiera” fornisce alla campagna per aumentare la sicurezza di tutti gli utenti della strada, un ringraziamento speciale va alla Begni Pubblicità s.r.l di Venegono Superiore, che quest’anno ha offerto gratuitamente ai 4 Comuni il rinnovo dei poster applicati ai pannelli e la posa dei pannelli stessi.

 

Mirko BARUFFINI

Assessore dell’Unione dei Comuni lombarda Terre di Frontiera con la carica ai servizi tecnologici, economia, ambiente e mobilità.

Con la imprescindibile collaborazione di

Matteo GOBBI

Assistente di Polizia Locale

Nucleo infortunistica stradale

Corpo di Polizia Locale Unione di comuni lombarda “Terre di frontiera”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.