“L’ambiente al centro” – la Capitale in ascolto della Provincia

AmbienteAlCentro2

Nella giornata di Lunedì 18 Novembre ho avuto l’enorme piacere di poter partecipare a Roma, alla Camera dei Deputati, al Seminario “L’ambiente al centro” organizzato dal Gruppo PD della camera di Deputati e dall’Associazione degli “Ecologisti Democratici”.

Sono stato invitato a partecipare in veste di Amministratore Comunale dalla nostra Deputata, l’on. Chiara Braga, che ringrazio di nuovo da queste pagine del mio blog. E’ stata davvero una forte emozione quella di poter portare, in un contesto così importante, il “punto di vista” dei territori “di provincia”.

La riflessione si è sviluppata inizialmente a partire dal documento omonimo, che è stato sottoscritto da numerosi parlamentari a inizio legislatura e dalle documentazioni fin qui raccolte.

Dopo l’illustrazione della situazione iniziale, i partecipanti sono stati divisi in quattro tavoli tematici, Energia, Rifiuti, Fiscalità ambientale e Acqua, guidati rispettivamente da Gianni Silvestrini, Edo Ronchi, Duccio Bianchi e Paolo Peruzzi.

L’intenzione è stata quella di elaborare materiali utili alla co-progettazione e di proporre linee politiche di azione che considerino effettivamente l’Ambiente come elemento centrale.

Io ho partecipato al tavolo “Fiscalità ambientale” guidato da Duccio Bianchi e dall’On. Silvia Fregolent. Ho potuto intervenire anche, oltre che per presentare la mia attività di Vicesindaco e Assessore alla Tutela del Territorio, sul tema del recupero del Comparto Stazioni (che ho trattato anche sul blog, qui il relativo post) e su quello delle Assicurazioni contro i danni della natura (basandomi sempre sulla mia esperienza professionale maturata in Canton Ticino in questi anni) .

 

(dal profilo Twitter di Indica srl)

 

I lavori si sono conclusi con gli interventi dell’on. Ermete Realacci e del Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, che non fatto mancare il proprio interesse per le proposte che sono emerse dalla giornata. (devo dire che forte è stata l’emozione quando l’On. Fregolent, rendicontando alla presenza del Ministro l’operato del tavolo tematico, ha citato con decisione gli spunti da me proposti :) )

Esprimo davvero un grosso ringraziamento quindi agli organizzatori tutti, per aver proposto una giornata davvero costruttiva e positiva, voluta dal PD, su tematiche di forte rilievo, che ha visto davvero un’ampia partecipazione da parte di parlamentari PD, addetti ai lavori, amministratori locali, membri di associazioni ambientaliste.

Di seguito propongo, credendo sia una documento di sicuro interesse, una sintesi dell’intervento del Ministro ORLANDO predisposta grazie all’aiuto della giovane on. Maria Chiara Gadda, con la quale avevo avuto il piacere di frequentare i corsi dei primi due anni al Politecnico di Milano e con la quale lunedì  ho avuto il piacere di viaggiare in compagnia tra Roma Fiumicino, Termini e la Camera (sede del Seminario). Ho potuto apprezzare davvero la sua affabilità, decisione e competenza, mostrate in maniera cristallina con la scambio di  quattro chiacchiere franche e sincere sulla attuale situazione politica del nostro amato Paese!

18.11.13.Ambiente al centro -Orlando

 

Posto anche il video riassuntivo delle attività di giornata ” Report “L’ambiente al centro” #ecoPD”

Report \”L\’ambiente al centro\” #ecoPD

 

Postilla: proprio la giornata di lunedì 18 Novembre è stata funestata dal drammatico evento calamitoso che si è manifestato in Sardegna. Esprimo sincera vicinanza e solidarietà all’isola tutta, colpita in questi giorni dal terribile ciclone che ha portato distruzione e, purtroppo, perdita di vite umane. Il tema della sicurezza del territorio si è riproposto ancora una volta in tutta la sua drammaticità, ed eventi meteorologici eccezionali come quello che ha colpito l’isola mettono in evidenza l’urgenza di una politica efficace in materia di contrasto ai cambiamenti climatici, sicuramente una delle emergenze del nostro tempo. Gestione efficace dell’emergenza, pianificazione della prevenzione e diffusione della conoscenza e del livello di vulnerabilità del nostro territorio DEVONO DIVENTARE davvero un impegno comune e vincolante per il Paese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.